Monte Cosici/Košnik

Escursionisti Famiglie Gruppi organizzati
Facile | 1.30–2 h

Il monte Cosici (Cosich)/Košnik è una altura marginale del Carso di Doberdò del Lago/Doberdob su cui s’imperniò la prima linea di resistenza austro-ungarica dal giugno del 1915 all’agosto 1916, quando le truppe italiane lo occuparono nell’ambito della Sesta Battaglia dell’Isonzo. Durante quell’anno abbondante fu più volte sanguinosamente attaccato dagli italiani (versante ovest e sud), senza successo. I resti delle fortificazioni austro-ungariche, tuttavia, sono in buona parte sormontati dalle vestigia dei trinceramenti, ricoveri e postazioni d’artiglieria costruiti dal Regio Esercito Italiano dopo l’occupazione, fra l’agosto del 1916 e l’ottobre del 1917. Il luogo ha grande interesse storico – paesaggistico.

Testo: Marco Pascoli
Foto: Archivio di Roberto Lenardon

Accesso e informazioni utili

Accesso

Viaggiando in automobile dall’abitato di Selz (in comune di Ronchi dei Legionari), proseguire sulla SP15, in direzione Doberdò del Lago/Doberdob. Dopo la curva si apre un parcheggio su entrambi i lati della strada. Il sentiero che parte a destra arriva fino alla cima del Monte Cosici (Cosich)/Košnik.
L’accesso è possibile anche dal parcheggio presso il Lago di Doberdò/Doberdobsko jezero in Via Ivan Trinko.

Informazioni

IAT Monfalcone
Via Sant’Ambrogio, 21
I–34074 Monfalcone (GO)
+39 0481 282352
turismo@monfalcone.info
www.visitmonfalcone.it

Escursionisti Famiglie Gruppi organizzati
Facile | 1.30–2 h

Durata della visita

1.30–2 h

Coordinate GPS

45.819915, 13.541753

Altitudine

112 m

Periodo consigliato

gennaio‒dicembre

Equipaggiamento

Scarpe e abbigliamento da trekking, cibo e bevande al sacco, bastoni da trekking

Materiali promozionali

Interreg