Ossario italiano di Kobarid (Caporetto)

Escursionisti Ciclisti Famiglie Appassionati di storia e di turismo della memoria Gruppi organizzati
1 h

L’ossario fu costruito sul Gradič, una piccola altura sovrastante Kobarid (la località è conosciuta in Italia come Caporetto e nei paesi germanofoni come Karfreit), attorno alla chiesa di S. Anton (S. Antonio). L’opera fu realizzata in quasi tre anni e, una volta conclusa nel settembre 1938, fu solennemente inaugurata da Benito Mussolini. L’ossario è opera dello scultore Giannino Castiglioni e dell’architetto Giovanni Greppi. Ha la forma di tre ottagoni che si restringono in modo concentrico verso l’alto. In cima c’è la chiesa che nel 1696 venne dedicata a S. Antonio. Dai cimiteri di guerra dei dintorni furono trasportati all’ossario i resti di 7014 soldati italiani, tra identificati e non identificati, caduti nella Grande Guerra. I loro nomi sono scolpiti sulle lapidi della serpentina verdognola. Accanto all’ossario sono poste anche delle lapidi commemorative dedicate ai soldati italiani morti nel corso degli attacchi con gas asfissianti nella dodicesima battaglia isontina nella zona di Bovec (Plezzo). Le lapidi in origine erano state collocate nel cimitero di Bovec, nel 1981 le trasferirono a Kobarid. Sul tragitto da Kobarid alla chiesetta di S. Antonio sono posizionate quattordici stazioni della Via Crucis. In quella che era la casa del fattore, accanto all’ossario, oggi si può visitare la collezione privata Kobarid nella Grande Guerra 1917.

Foto a 360° di Boštjan Burger

Elenchi dei soldati caduti
Foto: Paolo Petrignani, Turizem Dolina Soče; Tanja Gorjan, Fundacija Poti miru; Schirra/Giraldi, PromoTurismoFVG; Leon Četrtič, Fundacija Poti miru

 

Accesso e informazioni utili

Accesso

Prendere la via Gregorčičeva ulica e proseguire per la piazza Trg svobode. Alla fine della via Gregorčičeva ulica svoltare a destra verso le colonne con una stella e una croce. Seguire la strada che conduce in cima del colle Gradič dove si erge l’ossario.
È possibile accedervi anche a piedi prendendo il sentiero che, lungo la sponda destra del fiume Soča (Isonzo) in direzione del campeggio, conduce fino al Ponte di Napoleone.

Informazioni

Center za obiskovalce Pot miru, Kobarid
(Centro visitatori “Walk of Peace”, Kobarid)
Gregorčičeva ulica 8
SI–5222 Kobarid
+386 5 389 0167, +386 31 586 296
turizem@potmiru.si, info.italy@thewalkofpeace.com
www.thewalkofpeace.com

Kobariški muzej
Gregorčičeva ulica 10
SI‒5222 Kobarid
+386 5 389 00 00, +386 41 714 072
info@kobariski-muzej.si
https://www.kobariski-muzej.si/

TIC Kobarid
Trg svobode 16
SI–5222 Kobarid
+386 (0)5 380 04 90
info.kobarid@dolina-soce.si
www.soca-valley.com

Escursionisti Ciclisti Famiglie Appassionati di storia e di turismo della memoria Gruppi organizzati
1 h

Durata della visita

1 h

Coordinate GPS

46.247074, 13.584069

Periodo consigliato

gennaio‒dicembre

Materiali promozionali

Interreg