Cappella italiana

Escursionisti Ciclisti Appassionati di storia e di turismo della memoria
Facile | 30 min

La cappella di Gabrje venne costruita nel 1920 dal 4° reggimento alpini, appartenente alle unità alpine italiane, dove si trovava a quel tempo il cimitero di guerra italiano. In esso erano sepolti i soldati che avevano perso la vita tra il maggio 1915 ed il marzo 1916 nei combattimenti sul Mrzli vrh e sul Vodel. I loro resti tra le due guerre vennero trasferiti all’ossario di Oslavia/Oslavje, sopra Gorizia/Gorica.
L’entrata della cappella, formata da pilastri, è abbellita dalla scritta Torneranno. All’interno ci sono otto lastre in marmo sulle quali ci sono i nomi di 219 caduti. Al centro della cappella ci sono una grande croce, opera dello scultore Giuseppe Rifesser, e la copia della statua in legno raffigurante un alpino che prega sulla tomba di un compagno sconosciuto.
La cappella, dopo la Seconda guerra mondiale, venne usata a scopi commerciali e quindi dimenticata sino alla fine degli anni ʼ90, quando venne ristrutturata.
Sotto la strada possiamo vedere i resti del bastione che gli italiani avevano chiamato Ridottino.

Foto: Fundacija Poti miru

Accesso e informazioni utili

Accesso

Da Tolmin continuare verso il villaggio Dolje e quindi procedere fino al villaggio successivo – Gabrje. Parcheggiare la vettura subito dopo il cartello stradale, alla prima casa a destra procedere per una carrareccia che passa dietro la casa. La cappella si trova a un paio di centinaia di metri.

Informazioni

Center za obiskovalce Pot miru, Kobarid
(Centro visitatori “Walk of Peace”, Kobarid)
Gregorčičeva ulica 8
SI–5222 Kobarid
+386 5 389 0167, +386 31 586 296
turizem@potmiru.si, info.italy@thewalkofpeace.com
www.thewalkofpeace.com

Escursionisti Ciclisti Appassionati di storia e di turismo della memoria
Facile | 30 min

Durata della visita

30 min

Coordinate GPS

46.199650, 13.703738

Altitudine

213 m

Periodo consigliato

gennaio‒dicembre

Equipaggiamento

Scarpe da trekking

Materiali promozionali

Interreg