Cimitero militare austro-ungarico di Ukanc

Escursionisti Ciclisti Appassionati di storia e di turismo della memoria Gruppi organizzati
30 min

Dall’ospedale di Komna i soldati feriti e deceduti furono trasportati nella valle con l’utilizzo del sistema di trasporto a fune, il quale fu predisposto per il rifornimento del fronte dell’Isonzo dalla direzione di Bohinj. L’area di Ukanc, dove si trova il cimitero militare austro-ungarico, fu compresa nell’area delle operazioni di guerra, l’accesso alla quale fu molto limitato e consentito solamente da permessi speciali. L’albergo Zlatorog, che fu l’unica struttura di dimensioni più ampie nelle vicinanze, all’inizio ospitava ufficiali austro-ungarici, successivamente vi fu avviato un reparto militare sanitario di convalescenza per militari non gravemente feriti e malati.

Nel cimitero di Ukanc venivano sepolti militari caduti nelle vette di Krn tra giugno del 1915 e novembre del 1917. La maggioranza dei militari erano ungheresi, polacchi e ucraini. Tra i militari sepolti ci sono anche quelli di altre nazionalità della monarchia: slovacchi, cechi, tedeschi, rumeni, serbi e sloveni. 282 tombe sono contrassegnate da croci in legno, ci sono alcuni militi ignoti, prigionieri di guerra e una vittima civile. In alcune tombe sono sepolti due militari, l’ultima sepoltura è stata registrata col n. 296.

Già durante la Grande Guerra vi fu costruita una cappella che è stata poi ristrutturata dopo la guerra e nel 1990. Durante la Grande Guerra sulla cappella c’era la scritta in tedesco, poi, dopo il 1920 in sloveno: “Potomci! Ostanite si edini, da zaman našo nismo kri prelili.” (Figli! Abbiate fede: il nostro sangue non è stato sparso invano.). Per un periodo il noto pittore locale, Valentin Hodnik, si prese cura del cimitero, realizzando e mettendo in posa sulle tombe anche le prime croci in legno.

Nel cimitero ci sono due monumenti. Il monumento, costruito in pietra naturale, c’è la scritta in tedesco: “Den Helden vom Krn, Verteidiger der Wochein” (Agli eroi di Krn, ai difensori di Bohinj!). Un verso di Anton Golf (prete a Srednja vas dopo la guerra) si trova sul monumento che si erge nel centro del cimitero e che porta una croce: “Tujci prej – zdaj bratje ste postali, ko so tu grobove vam skopali… žarko sevaj solnce vam planinsko, pokoj dihaj jezero bohinjsko!” (Da sconosciuti che prima eravate, ora fratelli siete diventati nelle tombe per voi scavate … splenda su di voi il sole torrido di montagna, il lago respiri la pace eterna!).

Nel 1993 il cimitero militare è stato ristrutturato. Le placche con i nomi dei militari caduti sono state sostituite. Le placche originali del cimitero sono esposte alla mostra “Bohinj 1914–1918” al Museo di Tomaž Godec a Bohinjska Bistrica.

Elenchi dei soldati caduti

Testo: Anja Poštrak, Gorenjski muzej
Foto: Mitja Sodja, Turizem Bohinj

Accesso e informazioni utili

Accesso

Il cimitero militare di Ukanc si trova sulla sponda sud-occidentale del Lago di Bohinj, proprio all’ingresso di Ukanc. L’unico accesso al cimitero è dalla direzione di Bohinjska Bistrica verso Ukanc. Appena entrati nel paese di Ukanc, percorrete il primo incrocio dritti e dopo poco più di 200 metri arriverete davanti al cimitero militare.

Informazioni

Muzej Tomaža Godca

(Museo di Tomaž Godec)

Zoisova 15

SI–4264 Bohinjska Bistrica

+386 4 577 01 42, +386 41 864 726

muzeji.bohinj@gorenjski-muzej.si

https://www.gorenjski-muzej.si

 

TIC Bohinj

Ribčev Laz 48

SI–4265 Bohinjsko jezero

+386 4 574 60 10

info@bohinj-info.com

www.bohinj-info.com

 

Center TNP Bohinj

(Centro del Parco nazionale del Triglav a Bohinj)

Stara Fužina 38

SI–4265 Bohinjsko jezero

+386 4 57 80 245

info.bohinjka@tnp.gov.si

www.bohinj.si

Escursionisti Ciclisti Appassionati di storia e di turismo della memoria Gruppi organizzati
30 min

Durata della visita

30 min

Coordinate GPS

46.276714, 13.834885

Periodo consigliato

marzo‒novembre*

*È possibile visitare il cimitero militare anche in inverno, salvo eventi di neve abbondante.

Materiali promozionali

Interreg