Colle Nero/Črni hrib

Escursionisti Gruppi organizzati
Facile | 1.30–2 h

Fino all’occupazione di Doberdò del Lago/Doberdob l’esercito austro-ungarico aveva importanti posizioni d’artiglieria sul Colle Nero/Črni hrib. Il 123° reggimento della Brigata Chieti occupò il monte durante la Sesta Battaglia dell’Isonzo (4–16 agosto 1916). Gli italiani tra gli anni 1916 e 1917 vi costruirono un rifugio, che chiamarono con il nome del generale italiano Luigi Cadorna, il quale il 1° marzo 1917 visitò le postazioni vicine a Quota 208 Sud/Varda e con ogni probabilità passò la notte proprio sul Colle Nero. Da quel giorno così questo rifugio è conosciuto anche come Casa Cadorna.

Testo: Mitja Juren
Foto: Archivio di Mitja Juren

Accesso e informazioni utili

Accesso

Per arrivare al Colle Nero/Črni hrib raggiungere con l’automobile il parcheggio della Riserva Naturale Gradina nel comune di Doberdò del Lago/Doberdob. Dal centro visite si imboccare il sentiero CAI 77 direzione Colle Nero‒Monte Castellazzo/Gradina.

Informazioni

Centro Visite Gradina
Via vallone, 32
Doberdò del Lago (GO)
+39 320 2963942, +39 0481 784111
centrovisitegradina@gmail.com
www.riservanaturalegradina.com

Escursionisti Gruppi organizzati
Facile | 1.30–2 h

Durata della visita

1.30–2 h

Coordinate GPS

45.839033, 13.555719

Altitudine

160 m

Periodo consigliato

gennaio‒dicembre

Equipaggiamento

Scarpe e abbigliamento da trekking, cibo e bevande al sacco, bastoni da trekking

Materiali promozionali

Interreg