Ara caduti per l’Italia e Colonna caduti per l’Austria-Ungheria

Escursionisti Ciclisti Appassionati di storia e di turismo della memoria
30 min

Prima della Grande Guerra, Gradisca d’Isonzo/Gradišče apparteneva all’Impero austro-ungarico. Allo scoppiare della guerra alcuni abitanti si arruolarono volontariamente nell’esercito italiano, in quanto mossi da sentimenti irredentisti, altri invece si unirono all’esercito austro-ungarico. In memoria dei soldati di Gradisca d’Isonzo, indipendentemente dallo schieramento per il quale combatterono, oggi nel Parco della Rimembranza tra Viale Elena e Via Gorizia si ergono due monumenti.
Il Monumento – altare (Ara caduti) è dedicato ai soldati che combatterono per l’esercito italiano. Su un lato del monumento sono incisi i nomi di cinque soldati, tra cui anche Antonio Bergamas, sull’altro lato invece c’è la firma del generale Armando Diaz.
Sulla colonna sono incisi in ordine alfabetico i nomi dei novanta soldati di Gradisca d’Isonzo che negli anni 1914‒1918 combatterono per l’esercito dell’Impero austro-ungarico.

Foto: Gabriele Menis, PromoTurismoFVG

Accesso e informazioni utili

Accesso

Il parco con i due monumenti si trova tra Viale Regina Elena e Via Gorizia.

Informazioni

IAT Gradisca d’Isonzo
Via Ciotti, 49
I–34072 Gradisca d’Isonzo (GO)
+39 0481 960624
prolocogradisca@virgilio.it
www.prolocogradisca.it

Escursionisti Ciclisti Appassionati di storia e di turismo della memoria
30 min

Durata della visita

30 min

Coordinate GPS

45.891945, 13.500968

Periodo consigliato

gennaio‒dicembre

Materiali promozionali

Interreg