Tappa 7A

Plave–Vodice–Nova Gorica

Escursionisti Appassionati di storia e di turismo della memoria Gruppi organizzati
Molto impegnativa

La tappa 7A inizia a Plave (Plava), dove potete visitare la chiesa neoromanica di S. Giovanni Battista. Attraversate il ponte sul fiume Soča (Isonzo) e la strada principale Nova Gorica–Tolmin e proseguite sulla strada dall’altra parte verso il paese di Paljevo. Alla seconda curva svoltate sul sentiero, che porta al primo punto da visitare – un abbeveratoio italiano. Si tratta di una vecchia via militare costruita dai soldati italiani per rifornire la propria parte del campo di battaglia e conduce lungo numerosi resti della prima linea di difesa italiana e austro-ungarica (grandi baracche italiane vicino alla caverna della brigata Avellino, l’ospedale da campo per i feriti, un complesso di caverne e posizioni fortificate più piccole). Sulla cima del monte Prižnica (quota 383), dove al tempo del fronte dell’Isonzo si svolsero aspri scontri tra l’esercito italiano e austro-ungarico, sono ancora visibili i resti delle trincee e delle posizioni fortificate austro-ungariche. Calandosi dal Prižnica per la parte “austriaca” il percorso vi porta a resti di caverne austro-ungariche e alla chiesa di San Quirino, una semplice chiesetta a navata singola del 1513. Nella nicchia dell’altare si trova una statua di S. Quirino, nelle parti laterali invece statue di S. Teresa e di S. Antonio Abate. Da qui proseguite il viaggio lungo la cresta sopra a Plave passando per un ex cimitero militare austro-ungarico verso il Museo all’aperto Vodice. Sul territorio dell’ex cimitero (“Novak Platz”) si trova un monumento collocato in onore del maggior generale austro-ungarico Guido Novak von Arienti.
Il sentiero ad anello attraverso il Museo all’aperto Vodice conduce attraverso trincee e caverne a più piani. Sulla cima del Vodice è collocato un mausoleo in onore del generale italiano Maurizio Ferrante Gonzaga. Voleva essere sepolto nel luogo dove durante la Grande Guerra morivano i suoi soldati. Per via dell’inizio della Seconda guerra mondiale il mausoleo non fu terminato, perciò il generale non vi fu mai sepolto. Da Vodice un sentiero ben segnato vi porta lungo il Preški vrh e avanti verso Sveta Gora (Monte Santo). Qui vi potrete godere il panorama per poi proseguire a fianco del convento francescano e scendere per la scalinata a destra fino alla strada principale. Seguite il percorso segnato, che vi porta in parte per la strada e in parte per il sentiero sottostante e infine giunge al memoriale del Generale Boroević sul Prevala. Da qui iniziate a salire nell’area del Museo all’aperto Škabrijel, dove esplorerete posizioni di difesa austro-ungariche. Dalla cima (646 m) vi calate per un sentiero ben battuto fino a Solkan (Salcano) e seguite la strada Cesta IX. korpusa fino all’ex valico di confine per l’Italia a Solkan, dove girate a sinistra su via Kolodvorska pot. Dopo alcune centinaia di metri raggiungete la fine della tappa a Piazza della Transalpina/Trg Evrope. Lungo Walk of Peace dalla Alpi all’Adriatico, la piazza comune di Gorizia/Gorica e Nova Gorica è un luogo simbolico di collegamento tra Italia e Slovenia. Nell’edificio della stazione ferroviaria si trova la Collezione museale Kolodvor con la mostra Il confine di stato nel Goriziano 1945‒2004”.

Foto: (1, 2) Schirra/Giraldi, PromoTurismoFVG; (3, 4) Matevž Lenarčič, Fundacija Poti miru; (5) Renata Gutnik, (6) Kreadom

 

Consiglio

Sotto il ponte di Solkan (Salcano) per il transito stradale si trova il cimitero militare della Grande Guerra, dove sono sepolti i soldati austro-ungarici caduti nelle prime sei battaglie dell’Isonzo sulla testa di ponte di Gorizia/Gorica/Görz. Non lontano dal cimitero si trova il ponte ferroviario di Solkan, che con il proprio arco centrale dell’apertura di 85 metri costituisce il più grande ponte di pietra al mondo.
Prendendo la strada per Solkan nel rondò sul Passo di Prevala, potete visitare il Parco commemorativo ai soldati ungheresi caduti, che si trova presso il parcheggio sotto il ristorante Panorama.

Accesso e informazioni utili

Accesso

Trasporto pubblico:

Collegamenti ferroviari:
Jesenice–Most na Soči–Plave–Nova Gorica

Collegamenti degli autobus:
Tolmin–Plave–Nova Gorica
Nova Gorica–Grgar

Autobus urbani a Nova Gorica
Parcheggio (punto di partenza e d’arrivo della tappa):
Partenza: parcheggio presso la stazione ferroviaria di Plave
Arrivo: parcheggio presso la stazione ferroviaria di Nova Gorica, Piazza della Transalpina/Trg Evrope

 

Informazioni

Center za obiskovalce Pot miru, Kobarid
(Centro visitatori “Walk of Peace”, Kobarid)
Gregorčičeva ulica 8
SI–5222 Kobarid
+386 5 389 0167, +386 31 586 296
turizem@potmiru.si, info.italy@thewalkofpeace.com
www.thewalkofpeace.com
TIC Kanal
Pionirska ulica 2
SI–5213 Kanal
+386 5 398 12 13
tic.kanal@siol.netwww.tic-kanal.si
TIC Nova Gorica
Kidričeva ulica 11
SI‒5000 Nova Gorica
+386 5 330 46 00, +386 41 460 217
nova-gorica@vipavskadolina.si  
www.vipavskadolina.si

Escursionisti Appassionati di storia e di turismo della memoria Gruppi organizzati
Molto impegnativa

Coordinate GPS

Partenza: 46.040191, 13.588048
Arrivo: 45.955235, 13.634917

Lunghezza

20,4 km

Ascesa

1080 m

Discesa

1070 m

Periodo consigliato

gennaio‒dicembre

Equipaggiamento

Scarpe e abbigliamento da trekking, cibo e bevande al sacco, torcia elettrica, bastoni da trekking

Materiali promozionali

Interreg